Corso di Laurea Magistrale in Conservazione e Restauro dei Beni Culturali: prospettive occupazionali

Il patrimonio artistico e culturale

L'Italia dispone del più grande patrimonio artistico e culturale del mondo, stimato in circa 3.500 musei, 2.000 siti archeologici, 20.000 centri storici, 40.000 rocche e castelli, 95.000 chiese e 30.000 dimore storiche.

Nonostante la ricchezza di questo patrimonio nazionale, la spesa pubblica per i beni culturali è ancora molto bassa (inferiore allo 0,5% del Prodotto Interno Lordo - PIL) ma destinata sicuramente a crescere in una prospettiva di rilancio e investimento di questa ricchezza unica al mondo come risorsa chiave per lo sviluppo del Paese.

Attualmente le risorse per la tutela e conservazione del patrimonio artistico e culturale derivano per la stragrande maggioranza da finanziamenti pubblici (UE, Stato, Comuni, Regioni e Province) e solo in minima parte sono a carico di privati che, in prospettiva, saranno certamente chiamati a giocare un ruolo sempre più incisivo in chiave mecenatistica.

Ruolo fondamentale, in questo settore, lo giocano gli Enti ecclesiastici che tra chiese, conventi, biblioteche e simili racchiudono quasi l'80% dei beni culturali presenti in Italia.

Ambiti di attività per il laureato

I laureati magistrali in Conservazione e Restauro dei Beni Culturali possono svolgere professioni intellettuali, scientifiche e di alta specializzazione, nonché funzioni e ruoli operativi di elevata responsabilità, nei settori della ricerca, della tutela, della promozione e della gestione del patrimonio storico-artistico, finalizzati alla salvaguardia, alla valorizzazione culturale e scientifica e alla divulgazione e promozione dei beni storico-artistici.

In particolare, i principali ambiti di attività che caratterizzano il settore riguardano:

Tutela e conservazione dei beni culturali

  • attività di restauro e recupero delle opere d'arte
  • conservatore, curatore o funzionario presso istituti pubblici (previo superamento del concorso di accesso ai ruoli) quali soprintendenze, musei e gallerie, enti pubblici e territoriali, o presso istituti o enti di diritto privato come le fondazioni culturali
  • catalogazione
  • documentazione
  • archiviazione
  • manutenzione

 

Compiti di responsabilità professionale in enti pubblici e privati

  • archivi
  • biblioteche
  • musei provinciali e comunali
  • enti locali
  • fondazioni
  • centri e istituti di ricerca preposti alla tutela, alla conservazione e alla gestione dei beni archeologici, artistici, archivistici

 

Valorizzazione del patrimonio e accesso alla cultura

  • valorizzazione e divulgazione delle attività culturali
  • progettazione e realizzazione di mostre, eventi e manifestazioni culturali, di allestimenti e percorsi museali ed espositivi, permanenti e temporanei, curatela delle relative produzioni editoriali e progettazione e gestione delle attività didattiche
  • redazione di materiali illustrativi e didattici
  • accesso ad imprese private dell'editoria, della pubblicistica, dell'informazione e della comunicazione multimediale specializzate in campo storico-artistico e architettonico
  • accesso ad imprese private di marketing e comunicazione
  • accesso al concorso per guida turistica, al servizio di un istituto, un'agenzia o un centro culturale che offra questo tipo di servizio

 

Ricerca

  • attività di ricerca, studio, schedatura e catalogazione di opere d'arte per gli istituti preposti alla tutela, e nel mondo del mercato dell'arte;
  • attività di consulenza per stime e perizie per la valutazione, l'identificazione e la promozione di opere d'arte e artisti
  • direzione scientifica e culturale di progetti

 

Attività di supporto

  • direzione e gestione amministrativa
  • custodia e sicurezza

Queste ultime attività, pur simili a quelle svolte in altri settori, assumono nell'ambito dei beni culturali connotati specifici.

 

Prosecuzione degli studi

  • accesso, previo superamento delle prove di ammissione, alle specifiche Scuole di Specializzazione in Beni Storico-Artistici per la formazione dei dirigenti del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e dei Musei e Gallerie pubbliche
  • accesso a master universitari di secondo livello e al ciclo di formazione di terzo livello relativo alla ricerca (Dottorato)
  • accesso ai percorsi formativi per l'insegnamento della storia dell'arte nella scuola secondaria.

Info utili

Orientamento Esame di ammissione Iscrizione

In primo piano

Un progetto che valorizza un mestiere straordinario Prenderà il via a luglio uno dei progetti di restauro più spettacolari al mondo realizzato su “La ronda di notte” una del...

Il Corso di Laurea Il Corso di Laurea Magistrale a ciclo unico in “Conservazione e Restauro dei Beni Culturali” (D. Lgs. n.42/2004) abilita alla professione di "Restauratore d...